Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘pdl’ Category

Piero Marrazzo

Un notizia che ha fatto discutere l’ intera penisola italiana è quella relativa alla scoperta dei rapporti tra l’ ex ministro della regione Lazio “Piero Marazzo” e alcuni transessuali. La vicenda è divenuta di dominio pubblico dopo la rapida diffusione di un video compromettente in cui veniva ripreso un trans , una sagoma simile a quella di Marrazzo e un tavolino su cui erano disposti, in un ordine che oserei definire perfetto, due strisce di cocaina, alcune banconote ed il tesserino del politico. Marrazzo dunque viene ricattato della diffusione del video, ed è costretto a rilasciare vari assegni dal valore totale i circa cinquantamila euro. I politici sono divisi, alcuni lo condannano alcuni lo difendono, però vorrei ricordare che in Italia è accettata qualsiasi tendenza sessuale e quindi Piero Marrazzo non ha commesso alcun reato; anzi è stata vittima di un inganno architettato da qualcuno che voleva le sue dimissioni. Molti hanno accusato Piero Marrazzo di non aver denunciato l’accaduto , di fronte a tali accuse sono rimasto indignato in quanto, con po’ di umanità, che evidentemente manca in Italia, si può comprendere che il politico non ha fatto ciò per timore di perdere l’ affetto dei propri cari.

 

La vicenda relativa ha Piero Marrazzo mi ha colpito particolarmente perché mi ha fatto comprendere la malignità di alcune persone che ci circondano, che per denaro o un posto in politica sono anche a distruggere famiglie e persone.

Annunci

Read Full Post »

 

Traffico di droga

Nel 1983 la Guardia di finanza, nell’ambito di un’inchiesta su un traffico di droga, aveva posto sotto controllo i telefoni di Berlusconi. Nel rapporto si legge: «È stato segnalato che il noto Silvio Berlusconi finanzierebbe un intenso traffico di stupefacenti dalla Sicilia, sia in Francia che in altre regioni italiane. Il predetto sarebbe al centro di grosse speculazioni edilizie e opererebbe sulla Costa Smeralda avvalendosi di società di comodo…». L’indagine non accertò nulla di penalmente rilevante e nel 1991 fu archiviata.

Falsa testimonianza sulla P2

La prima condanna di Silvio Berlusconi da parte di un tribunale arriva nel 1990: la Corte d’appello di Venezia lo dichiara colpevole di aver giurato il falso davanti ai giudici, a proposito della sua iscrizione alla lista P2. Nel settembre 1988, infatti, in un processo per diffamazione da lui intentato contro alcuni giornalisti, Berlusconi aveva dichiarato al giudice:”Non ricordo la data esatta della mia iscrizione alla P2, ricordo che è di poco anteriore allo scandalo”. Per questa dichiarazione Berlusconi viene processato per falsa testimonianza. Il dibattimento si conclude nel 1990: Berlusconi viene dichiarato colpevole, ma il reato è estinto per l’intervenuta amnistia del 1989.

Tangenti alla Guardia di finanza

Berlusconi è accusato di aver pagato tangenti a ufficiali della Guardia di finanza, per ammorbidire i controlli fiscali su quattro delle sue società (Mondadori, Mediolanum, Videotime, Telepiù). In primo grado è condannato a 2 anni e 9 mesi per tutte e quattro le tangenti contestate, senza attenuanti generiche. In appello, la Corte concede le attenuanti generiche: così scatta la prescrizione per tre tangenti. Per la quarta (Telepiù), l’assoluzione è concessa con formula dubitativa (comma 2 art. 530 cpp). La Cassazione, nell’ottobre 2001, conferma le condanne per i coimputati di Berlusconi Berruti, Sciascia, Nanocchio e Capone (dunque le tangenti sono state pagate), ma assolve Berlusconi per non aver commesso il fatto, seppur richiamando l’insufficienza di prove.

link: LEGGI TUTTI GLI ALTRI PROCESSI DI BERLUSCONI SU: WWW.SOCIETACIVILE.IT

Read Full Post »

Read Full Post »

Conflitto Interno

E’ risaputa la grande abilita di Berlusconi nel nascondere i problemi di “casa sua”. Impresa facile da realizzare visto che il Tappone possiede tutti, o quasi, i mezzi di informazione presenti in Italia. Ed anche i pochi giornali che non sono in suo possesso da soli non riescono a colmare la grossa lacuna della stampa italiana.

Questa volta lo scheletro da nascondere, non riguarda le solite puttane da parlamento. Il problema da arginare è il Presidente Della Camera, che sta tentando di prendere la giusta distanza dal Papi e dalla Lega, puntando ad una possibile alleanza con UDC. Berlusconi continua imperterrito a dichiara uno stato di benessere all’interno del PDL. Al contrario Fini smentisce il cavaliere portando a testa alta la sua idea di prendere giusta distanza dalla Lega.

Non siete curiosi di vedere quello che si inventerà questa volta Feltri????

Read Full Post »

Berlusconi

Berlusconi

« Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione.»

Ciò che vi ho riportato sono le prime righe  dell’ articolo 21 della nostra Costituzione il quale è probabilmente ignorato dal nostro Premier; infatti l’onorevole Silvio Berlusconi pochi giorni fa ha querelato la Repubblica per avergli posto alcune domande a suo giudizio  diffamatorie. I suoi avvocati hanno richiesto un milione di euro a Repubblica per questa “grave mancanza di sottomissione” al Cavaliere. La domanda che porrei al Presidente del Consiglio è se a suo parere i mass-media italiani debbano essere tutti a suo servizio come  quelli su cui  ha già il pieno controllo tra i quali “IL GIORNALE” e “MEDIASET”.  Naturalmente non sono mancate le critiche della sinistra in particolare degli onorevoli Bersani,  Franceschini e Bindy. Io,però, mi soffermerei più  sulle critiche estere; infatti da alcuni anni a questa parte le malefatte del Governo italiano riempiono i giornali di tutto il mondo, ma non  quelli del nostro Paese. Per questo motivo sono “orgoglioso di informarvi” che siamo stati classificati agli ultimi posti a livello mondiale per la Libertà di stampa e io aggiungerei anche per la Democrazia in generale.

Read Full Post »

passa parola 13 07 09

Read Full Post »

Ferruccio Fazio

Ferruccio Fazio

Tra agosto e settembre l’ influenza H1N1 diventerà un epidemia anche in Italia, per questo motivo il vice ministro  della salute, Ferruccio Fazio,  ha invitato lo Stato al rinvio della  riapertura delle scuole.  Il ministro della Pubblica Istruzione , Maristella Gelmini,ha affermato : “Sono in perfetta sintonia con il viceministro Fazio è ovvio che se l’epidemia dovesse assumere nel nostro paese un significato importante, si assumerebbero tutte le precauzioni necessarie, compresa quella di rinviare l’apertura delle scuole. Ma al momento questa è un’ipotesi che non esiste”

In Italia a marzo si conteranno circa 4 milioni di cittadini affetti dall’ influenza H1N1 e  per prevenire        un’eccesiva diffusione dell’ influenza il governo vorrà far vaccinare  8 milioni di Italiani entro la fine dell’anno.

Comunque la nuova influenza non ci deve allarmare, in quanto, non è più grave di una normale influenza infatti , anche se in Messico si contano 119 decessi su 10.292 contagi, negli USA si conta un numero di vittime sovrapponibile a quello di un normale influenza e, in Europa,  una cifra ancora minore.  Spesso, inoltre, i sintomi del’ influenza A sono talmente blandi che i portatori non si rendono nemmeno conto di essere infetti.

Però purtroppo negli ultimi giorni il Cile ha denunciato  7 decessi di uomini affetti dell’ influenza A e, a Singapore, un quarantanovenne affetto già da altre patologie è deceduto.

Read Full Post »

Older Posts »